shadow_left
http://www.villavrindavana.org/it
Shadow_R

Calendario EVENTI

Giugno 2014 Luglio 2014 Agosto 2014
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 27 1 2 3 4 5 6
Settimana 28 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 29 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 30 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 31 28 29 30 31

Il Fondatore

Founder Acarya A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada
Founder Acarya
A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada

LOGIN Utenti






Password dimenticata?
 
   
Blog news di Villa Vrindavana
DUBBI Fuori luogo
Articoli vari
giovedý 04 aprile 2013

 

DUBBI Fuori luogo

 

Dubbi fuori luogo (©Lisa–Blue | istockphoto.com ).

 

I dubbi sulla realtà spirituale e le pratiche spirituali sorgono 
dall’errata identificazione con il nostro corpo e la nostra mente

 

di Visakha Devi Dasi 

 

Nella Bhagavad-gita Arjuna si rivolge a Krishna chiamandoLo Madhusudana perché Krishna aveva ucciso un demone di nome Madhu (sudana significa “uccisore”). Arjuna vuole che Krishna uccida il demone dei suoi dubbi proprio come aveva ucciso Madhu. Come Arjuna aveva dei dubbi – cioé mancanza di certezza e di convinzione – riguardo alla conoscenza spirituale e alle attività spirituali, così accade a tutte le anime condizionate. Generalmente quello di cui dubitiamo riflette particolari nostri condizionamenti, ma perfino in materia spirituale dubitare non è sempre demoniaco. 

Ultimo aggiornamento ( giovedý 04 aprile 2013 )
Leggi tutto...
 
Karttika: Il mese preferito di Sri Krishna
Articoli vari
mercoledý 03 aprile 2013

 

Karttika: Il mese preferito di Sri Krishna

 

Karttika, il mese preferito di Sri Krishna (Foto di Yamaraja dasa).

  

Dopo aver trascorso un’estate intensa e la stagione dei monsoni carichi di pioggia, noi in India percepiamo sarat, l’autunno come una delle stagioni più belle dell’anno. Secondo il calendario vedico, sarat cade nei mesi di Asvin e Karttika. Karttika assume un significato speciale essendo il mese preferito da Sri Krishna. Tutti preferiscono alcuni cibi, alcune bevande, alcuni abiti ornativi e alcuni generi musicali. Sri Krishna non fa eccezione. Infatti, abbiamo le nostre preferenze perché siamo parti di Krishna, che ha le Sue preferenze personali. A Krishna piacciono il burro, gli abiti gialli, le piume di pavone, le mucche, i flauti e la terra di Vrindavana e fra tutti i mesi dell’anno Karttika è il Suo preferito.

Leggi tutto...
 
CONOSCI LA VERITA' ASCOLTANDO CON SOTTOMISSIONE
Articoli vari
lunedý 01 aprile 2013

 

CONOSCI LA VERITA'

ASCOLTANDO CON 
SOTTOMISSIONE

 

La conoscenza perfetta della realtà proviene da Dio 
attraverso i Suoi puri rappresentanti


di Sua Divina Grazia
A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada
Fondatore-Acarya 
dell’Associazione Internazionale per la Coscienza di Krishna

 

New York — 1 Dicembre 1966

 

Sua Divina Grazia A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada

  

jnana-yajnena capy anye 
yajanto mam upasate 
ekatvena prithaktvena 
bahudha visvato-mukham

 

“Altri, che s’impegnano nel sacrificio coltivando la conoscenza, adorano il Signore Supremo sia come l’Uno senza secondi, sia nella diversità del molteplice, sia nella forma universale.” 
Bhagavad-gita 9.15

 

Prima di questo verso, Sri Krishna ha descritto i mahatma, le grandi anime, che adorano il Signore Supremo con il metodo del kirtanaKirtana significa cantare o più esattamente kirtana significa descrivere. Si può descrivere con la musica. Si può descrivere con le parole. Si può descrivere con i discorsi. Qualsiasi tipo di descrizione viene detta kirtana e se non si ascolta, non si può descrivere. Se non si conosce niente del Signore Supremo, come si può descriverLo? Dunque l’ascolto,sravanam, è il primo dei nove metodi di servizio di devozione al Signore. La letteratura vedica viene detta sruti-sastra

Sruti 
significa ricevere ascoltando e sastra significa Scrittura. Se si desidera conoscere il Supremo, non c’è bisogno di qualificarsi materialmente. Si può restare come siamo. Il Signore ci ha dato il potere dell’ascolto. Se si ascolta da fonti autorevoli, si diventa perfetti semplicemente ascoltando. Perciò si consiglia il primo principio: l’ascolto. Nel passato gli studenti ascoltavano i Veda dal maestro spirituale. Nella Bhagavad-gita vedrete che Arjuna ascolta da Krishna. Non studia la filosofia Vedanta sul campo di battaglia, semplicemente ascolta. Questo è il metodo. 

Leggi tutto...
 
VV Newsletter 29 Marzo 2013
Notizie da Villa Vrindavana
venerdý 29 marzo 2013

0_Newsletter.jpgVV Newsletter 29 Marzo 2013


Caro devoto e devota, caro amico e amica, Hare Krishna!


CONFERENZA DOMENICALE:

Domenica 7 Aprile la conferenza pomeridiana sarà tenuta da Damodarananda dasa con titolo "Le glorie dello Srimad Bhagavatam" ed avra' inizio alle ore 17.30.

EKADASI:

Sabato 6 Aprile ricorre Papamocani Ekadasi.
Il digiuno verra' interrotto il giorno seguente dalle ore 06:45 alle 11:29 


HARE KRISHNA CIBO PER LA VITA

La legge finanziaria prevede anche per il corrente anno la destinazione del 5 per mille dell’Irpef a sostegno delle Onlus. Un'ottima occasione quindi per sostenere i programmi del FOOD FOR LIFE in India (adozioni a distanza, costruzioni di scuole, pozzi d’acqua, cure mediche, ambiente e sviluppo sociale) semplicemente apponendo il numero di Codice Fiscale 97203850157 e la firma negli appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione dei redditi 730, Modello Unico e CUD. 
Cibo per la vita invita tutti a passare parola: scrivendo a ciboxlavita@gmail.com si possono avere ulteriori informazioni, materiale e-mail da divulgare e volantini da distribuire.


TOUR DI S.S. RADHANATHA SWAMI IN ITALIA: 

Siamo lieti di informarvi del tour di conferenze che S.S. Radhanatha Swami terrà in varie città italiane. Di seguito le varie tappe e la locandina della conferenza a Firenze.

- Roma 3 aprile ore 19:00 – Bibliothè - Via Celsa 5
- Roma 4 aprile ore 17:00 - Sala Stampa Estera - Via dell'Umiltà 83/C
- Firenze 5 aprile ore 18:30 Centro Polivalente Avventista – Via del Pergolino 1/4 (Ospedale Careggi)
- Bologna 6 aprile ore16:00 -Hotel B4 Bologna Tower - Viale Lenin 43
- Cervia 7 aprile ore 15:30 – Magazzini del Sale – Sala Rubicone viale Nazario Sauro
- Milano 8 aprile ore 18:30 – Auditorium San Carlo – C.so Matteotti 14 (San Babila)
- Mestre -VE 11 aprile ore 21:00 - Centro Culturale Candiani - P.le Candiani 7




YOGA E CAKRA: 

10 – 11 - 12 Maggio a con Sabine Paul e Claudia Becagli.
I dettagli del programma al seguente link: www.villavrindavana...._cakra.pdf


BHAKTI FESTIVAL: 

24 – 25 – 26 MAGGIO A VILLA VRINDAVANA: MUSICA YOGA E ARTE: Tre giorni indimenticabili di workshop, seminari e concerti per vivere l’esperienza della Bhakti in un’atmosfera meravigliosa! Per maggiori informazioni visita: www.bhaktifestival.it


Si comunica il numero di telefono cellulare della segreteria di Villa Vrindavana: 334 2708143
Le prenotazioni in occasione dei festival possono essere inviate a 
reception.villa.vrindavana@gmail.com


Ultimo aggiornamento ( mercoledý 03 aprile 2013 )
 
VV Newsletter 21 Marzo 2013
Notizie da Villa Vrindavana
giovedý 21 marzo 2013

0_Newsletter.jpgVV Newsletter 21 Marzo 2013

Caro devoto e devota, caro amico e amica, Hare Krishna!


CONFERENZA DOMENICALE:

Domenica 24 Marzo la conferenza pomeridiana sarà tenuta da Ramacandra dasa con titolo “Gocce di nettare dai Santi Dhama” ed avra' inizio alle ore 17.30.


HARE KRISHNA CIBO PER LA VITA

La legge finanziaria prevede anche per il corrente anno la destinazione del 5 per mille dell’Irpef a sostegno delle Onlus. Un'ottima occasione quindi per sostenere i programmi del FOOD FOR LIFE in India (adozioni a distanza, costruzioni di scuole, pozzi d’acqua, cure mediche, ambiente e sviluppo sociale) semplicemente apponendo il numero di Codice Fiscale 97203850157 e la firma negli appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione dei redditi 730, Modello Unico e CUD. 
Cibo per la vita invita tutti a passare parola: scrivendo a ciboxlavita@gmail.com si possono avere ulteriori informazioni, materiale e-mail da divulgare e volantini da distribuire.

EKADASI: 

Sabato 23 Marzo ricorre Amalaki Vrata Ekadasi. 
Il digiuno verra' interrotto il giorno seguente dalle ore 06:11 alle 10:18 *


DANZA BHARATA NATYAM: 

domenica 24 Marzo dalle ore 18.45 alle ore 19.15 nella sala del Tempio di Villa Vrindavana spettacolo di danza Bharata Natyam dal titolo “Aspettando Gaura Purnima” offerto da Giuditta de Concini, Haru Kugo e Kalakunja devi dasi.
www.villavrindavana....-danza.pdf


SRI GAURA PURNIMA

Partecipa anche tu ai festeggiamenti dell’avvento di Sri Chaitanya. Krishna stesso si manifesta in questa forma per insegnare con il Suo esempio personale la via del Bhakti Yoga o servizio devozionale. I dettagli del programma a questo link: www.villavrindavana....ma2013.pdf
Siamo lieti di informarvi che la lezione del mattino sarà tenuta da S.G. Matsyavatara Prabhu.


TOUR DI S.S. RADHANATH SWAMI IN ITALIA: 

Siamo lieti di informarvi del tour di conferenze che S.S. Radhanath Swami terrà in varie città italiane. 

Di seguito le varie tappe e la locandina della conferenza a Firenze:

- Roma 3 aprile ore 19:00 – Bibliothè - Via Celsa 5
- Roma 4 aprile ore 17:00 - Sala Stampa Estera - Via dell'Umiltà 83/C
- Firenze 5 aprile ore 18:30 Centro Polivalente Avventista – Via del Pergolino 1/4 (Ospedale Careggi)
- Bologna 6 aprile ore16:00 -Hotel B4 Bologna Tower - Viale Lenin 43
- Cervia 7 aprile ore 15:30 – Magazzini del Sale – Sala Rubicone viale Nazario Sauro
- Milano 8 aprile ore 18:30 – Auditorium San Carlo – C.so Matteotti 14 (San Babila)
- Mestre VE 11 aprile ore 21:00 - Centro Culturale Candiani - P.le Candiani 7.

radhanath5413.jpg



Si comunica il numero di telefono cellulare della segreteria di Villa Vrindavana: 334 2708143
Le prenotazioni in occasione dei festival possono essere inviate a reception.villa.vrindavana@gmail.com



* EKADASI 
- La tradizione vedica segue da sempre il calendario lunare ed Ekadasi, o undicesimo giorno, ricorre due volte al mese, prima della Luna Nuova e della Luna Piena. Questo giorno è descritto come particolarmente favorevole alle pratiche spirituali, alla meditazione e in generale alle attività virtuose. E' anche un giorno perfetto per il digiuno. In Ekadasi, la regola vaisnava raccomanda un digiuno completo oppure una dieta leggera, a base di sole verdure e di frutta e priva di cereali e legumi. I Veda suggeriscono di approfittare di questi giorni propizi per rigenerarsi spiritualmente e per alleggerire temporaneamente il carico di lavoro degli organi del nostro corpo. Il digiuno, parziale o totale, verrà interrotto il giorno seguente, possibilmente negli orari che vi vengono segnalati di volta in volta e che variano in accordo a precisi calcoli astronomici.
Ultimo aggiornamento ( venerdý 22 marzo 2013 )
 
VV Newsletter 13 Marzo 2013
Notizie da Villa Vrindavana
mercoledý 13 marzo 2013

0_Newsletter.jpgVV Newsletter 13 Marzo 2013


CONFERENZA DOMENICALE:

Domenica 17 Marzo la conferenza pomeridiana sarà tenuta da Parabhakti dasa con titolo “Il maestro spirituale nella tradizione Vaishnava e la relazione con i discepoli” ed avra' inizio alle ore 17.30.


DANZA BHARATA NATYAM: 

domenica 24 Marzo dalle ore 18.45 alle ore 19.15 nella sala del Tempio di Villa Vrindavana spettacolo di danza Bharata Natyam dal titolo “Aspettando Gaura Purnima” offerto da Giuditta de Concini, Haru Kugo e Kalakunja devi dasi.
www.villavrindavana....-danza.pdf


SRI GAURA PURNIMA: 

Partecipa anche tu ai festeggiamenti dell’avvento di Sri Chaitanya. Krishna stesso si manifesta in questa forma per insegnare con il Suo esempio personale la via del Bhakti Yoga o servizio devozionale. I dettagli del programma a questo link: www.villavrindavana....ma2013.pdf
Siamo lieti di informarvi che la lezione del mattino sarà tenuta da S.G. Matsyavatara Prabhu.


YOGA E CAKRA: 

10 – 11 - 12 Maggio a con Sabine Paul e Claudia Becagli.
I dettagli del programma al seguente link: www.villavrindavana...._cakra.pdf


BHAKTI FESTIVAL: 

24 – 25 – 26 MAGGIO A VILLA VRINDAVANA: MUSICA YOGA E ARTE: Tre giorni indimenticabili di workshop, seminari e concerti per vivere l’esperienza della Bhakti in un’atmosfera meravigliosa! Per maggiori informazioni visita: www.bhaktifestival.it

http://www.villavrindavana.org/it/images/locandine/bhaktifestival2013.jpg

Si comunica il numero di telefono cellulare della segreteria di Villa Vrindavana: 334 2708143
Le prenotazioni in occasione dei festival possono essere inviate a reception.villa.vrindavana@gmail.com


Ultimo aggiornamento ( mercoledý 13 marzo 2013 )
 
VV Newsletter 06 Marzo 2013
Notizie da Villa Vrindavana
mercoledý 06 marzo 2013

0_Newsletter.jpgVV Newsletter 06 Marzo 2013


Caro devoto e devota, caro amico e amica, Hare Krishna!


CONFERENZA DOMENICALE:

Domenica 10 Marzo la conferenza pomeridiana sarà tenuta da Parabhakti dasa con titolo “Il mistero della Bhakti” ed avra' inizio alle ore 17.30.


EKADASI: 

Venerdi 8 Marzo ricorre Vijaya Ekadasi. 
Il digiuno verra' interrotto il giorno seguente dalle ore 06:37 alle 10:29 *


DANZA BHARATA NATYAM: 

domenica 24 Marzo dalle ore 18.45 alle ore 19.15 nella sala del Tempio di Villa Vrindavana spettacolo di danza Bharata Natyam dal titolo “Aspettando Gaura Purnima” offerto da Giuditta de Concini, Haru Kugo e Kalakunja devi dasi.
www.villavrindavana....-danza.pdf

CAIT01.jpg

SRI GAURA PURNIMA: 

Partecipa anche tu ai festeggiamenti dell’avvento di Sri Chaitanya. Krishna stesso si manifesta in questa forma per insegnare con il Suo esempio personale la via del Bhakti Yoga o servizio devozionale. 
I dettagli del programma a questo link: www.villavrindavana....ma2013.pdf


YOGA E CAKRA: 

10 – 11 - 12 Maggio a con Sabine Paul e Claudia Becagli.
I dettagli del programma al seguente link: www.villavrindavana...._cakra.pdf


BHAKTI FESTIVAL: 

24 – 25 – 26 MAGGIO A VILLA VRINDAVANA: MUSICA YOGA E ARTE: Tre giorni indimenticabili di workshop, seminari e concerti per vivere l’esperienza della Bhakti in un’atmosfera meravigliosa! 
Per maggiori informazioni visita:www.bhaktifestival.it

http://www.villavrindavana.org/it/images/locandine/bhaktifestival2013.jpg

Si comunica il numero di telefono cellulare della segreteria di Villa Vrindavana: 334 2708143
Le prenotazioni in occasione dei festival possono essere inviate a reception.villa.vrindavana@gmail.com


* EKADASI - La tradizione vedica segue da sempre il calendario lunare ed Ekadasi, o undicesimo giorno, ricorre due volte al mese, prima della Luna Nuova e della Luna Piena. Questo giorno è descritto come particolarmente favorevole alle pratiche spirituali, alla meditazione e in generale alle attività virtuose. E' anche un giorno perfetto per il digiuno. In Ekadasi, la regola vaisnava raccomanda un digiuno completo oppure una dieta leggera, a base di sole verdure e di frutta e priva di cereali e legumi. I Veda suggeriscono di approfittare di questi giorni propizi per rigenerarsi spiritualmente e per alleggerire temporaneamente il carico di lavoro degli organi del nostro corpo. Il digiuno, parziale o totale, verrà interrotto il giorno seguente, possibilmente negli orari che vi vengono segnalati di volta in volta e che variano in accordo a precisi calcoli astronomici.
Ultimo aggiornamento ( mercoledý 06 marzo 2013 )
 
VV Newsletter 28 Febbraio 2013
Notizie da Villa Vrindavana
giovedý 28 febbraio 2013

0_Newsletter.jpgVV Newsletter 28 Febbraio 2013

Caro devoto e devota, caro amico e amica, Hare Krishna!


CONFERENZA DOMENICALE:

Domenica 3 Marzo la conferenza pomeridiana sarà tenuta da Damodarananda dasa con titolo “Spiritualità e sofferenza”ed avra' inizio alle ore 17.30


CALENDARIO VAISNAVA: 

per tutti coloro che seguono il calendario Vaisnava informiamo che è disponibile l’aggiornamento sul nostro sito al seguente link: www.villavrindavana....3-2014.pdf


DANZA BHARATA NATYAM: 

domenica 24 Marzo dalle ore 18.45 alle ore 19.15 nella sala del Tempio di Villa Vrindavana spettacolo di danza Bharata Natyam dal titolo “Aspettando Gaura Purnima” offerto da Giuditta De Concani e Kalakunja devi dasi. 


SRI GAURA PURNIMA: 

Partecipa anche tu ai festeggiamenti dell’avvento di Sri Chaitanya. Krishna stesso si manifesta in questa forma per insegnare con il Suo esempio personale la via del Bhakti Yoga o servizio devozionale. I dettagli del programma a questo link: www.villavrindavana....ma2013.pdf


YOGA E CAKRA: 

10 – 11 - 12 Maggio a con Sabine Paul e Claudia Becagli.
I dettagli del programma al seguente link: www.villavrindavana...._cakra.pdf


BHAKTI FESTIVAL: 

24 – 25 – 26 MAGGIO A VILLA VRINDAVANA: MUSICA YOGA E ARTE: Tre giorni indimenticabili di workshop, seminari e concerti per vivere l’esperienza della Bhakti in un’atmosfera meravigliosa! Per maggiori informazioni visita:www.bhaktifestival.it

http://www.villavrindavana.org/it/images/locandine/bhaktifestival2013.jpg
locandina: www.villavrindavana....al2013.pdf


Si comunica il numero di telefono cellulare della segreteria di Villa Vrindavana: 334 2708143
Le prenotazioni in occasione dei festival possono essere inviate a reception.villa.vrindavana@gmail.com
 
VV Newsletter 21 Febbraio 2013
Notizie da Villa Vrindavana
giovedý 21 febbraio 2013

0_Newsletter.jpgVV Newsletter 21 Febbraio 2013

Caro devoto e devota, caro amico e amica, Hare Krishna!


CONFERENZA DOMENICALE:

Domenica 24 Febbraio la conferenza pomeridiana sarà tenuta da Nimai Pandita dasa con titolo “Le glorie di Sri Nityananda” ed avra' inizio alle ore 17.30


EKADASI: 

Giovedi 21 Febbraio ricorre Bhaimi Ekadasi. 
Il digiuno verra' interrotto il giorno seguente dalle ore 07:03 alle 10:40 *


HATA YOGA: 

con Pier Luigi Puce (Lila Avatara dasa). 
Ogni domenica dalle ore 11.00 alle ore 12.30. 
Per informazioni: 3396190329.


FESTA IN ONORE DI SRI NITYANANDA: 

Sabato 23 Febbraio siete tutti invitati a festeggiare con noi la ricorrenza dell’avvento di Sri Nityananda che si è manifestato insieme a Sri Chaitanya oltre 500 anni fa nell’attuale era di Kali per diffondere il metodo di realizzazione spirituale specifico per questa epoca: il canto del maha mantra Hare Krishna. 
Potete visualizzare i dettagli della giornata al seguente link:
www.villavrindavana....a-2013.pdf


Si comunica il numero di telefono cellulare della segreteria di Villa Vrindavana : 334 2708143
Le prenotazioni in occasione dei festival possono essere inviate a reception.villa.vrindavana@gmail.com


* EKADASI - La tradizione vedica segue da sempre il calendario lunare ed Ekadasi, o undicesimo giorno, ricorre due volte al mese, prima della Luna Nuova e della Luna Piena. Questo giorno è descritto come particolarmente favorevole alle pratiche spirituali, alla meditazione e in generale alle attività virtuose. E' anche un giorno perfetto per il digiuno. In Ekadasi, la regola vaisnava raccomanda un digiuno completo oppure una dieta leggera, a base di sole verdure e di frutta e priva di cereali e legumi. I Veda suggeriscono di approfittare di questi giorni propizi per rigenerarsi spiritualmente e per alleggerire temporaneamente il carico di lavoro degli organi del nostro corpo. Il digiuno, parziale o totale, verrà interrotto il giorno seguente, possibilmente negli orari che vi vengono segnalati di volta in volta e che variano in accordo a precisi calcoli astronomici.
 
VV Newsletter 14 Febbraio 2013
Notizie da Villa Vrindavana
giovedý 14 febbraio 2013

0_Newsletter.jpgVV Newsletter 14 Febbraio 2013


Caro devoto e devota, caro amico e amica, Hare Krishna!


CONFERENZA DOMENICALE:

Domenica 17 Febbraio la conferenza pomeridiana sarà tenuta da Nimai Pandita dasa con titolo “La vita e gli insegnamenti di Sri Advaita” ed avra' inizio alle ore 17.30.


EKADASI: 

Giovedi 21 Febbraio ricorre Bhaimi Ekadasi. 
Il digiuno verra' interrotto il giorno seguente dalle ore 07:03 alle 10:40 *


HATHA YOGA: 

con Pier Luigi Puce (Lila Avatara dasa). 
A Villa Vrindavana gni domenica dalle ore 11.00 alle ore 12.30. 
Per informazioni: 3396190329.


FESTA IN ONORE DI SRI NITYANANDA: 

Sabato 23 Febbraio siete tutti invitati a festeggiare con noi la ricorrenza dell’avvento di Sri Nityananda che si è manifestato insieme a Sri Chaitanya oltre 500 anni fa nell’attuale era di Kali per diffondere il metodo di realizzazione spirituale specifico per questa epoca: il canto del maha mantra Hare Krishna. 
Potete visualizzare i dettagli della giornata al seguente link:
www.villavrindavana....a-2013.pdf


Si comunica il numero di telefono cellulare della segreteria di Villa Vrindavana: 334 2708143
Le prenotazioni in occasione dei festival possono essere inviate a reception.villa.vrindavana@gmail.com


* EKADASI - La tradizione vedica segue da sempre il calendario lunare ed Ekadasi, o undicesimo giorno, ricorre due volte al mese, prima della Luna Nuova e della Luna Piena. Questo giorno è descritto come particolarmente favorevole alle pratiche spirituali, alla meditazione e in generale alle attività virtuose. E' anche un giorno perfetto per il digiuno. In Ekadasi, la regola vaisnava raccomanda un digiuno completo oppure una dieta leggera, a base di sole verdure e di frutta e priva di cereali e legumi. I Veda suggeriscono di approfittare di questi giorni propizi per rigenerarsi spiritualmente e per alleggerire temporaneamente il carico di lavoro degli organi del nostro corpo. Il digiuno, parziale o totale, verrà interrotto il giorno seguente, possibilmente negli orari che vi vengono segnalati di volta in volta e che variano in accordo a precisi calcoli astronomici.
Ultimo aggiornamento ( giovedý 14 febbraio 2013 )
 
LA BHAKTI & IL NOSTRO AUTENTICO SE ILLUSORIO
Articoli vari
domenica 10 febbraio 2013

LA BHAKTI & IL NOSTRO 
AUTENTICO SE ILLUSORIO

Per progredire nel cammino spirituale è importante 
comprendere la nostra particolare natura condizionata

 

di Arcana Siddhi Devi Dasi

  

Siamo tutti anime eterne e non i corpi in cui ci troviamo temporaneamente, ma comprendere la nostra particolare natura psicofisica può aiutarci ad impegnarci nel servizio a Krishna e a realizzare così la nostra vera identità di Suoi eterni servitori. (Foto di Yamaraja dasa)
Siamo tutti anime eterne e non i corpi in cui ci troviamo temporaneamente, ma comprendere la nostra particolare natura psicofisica
può aiutarci ad impegnarci nel servizio a Krishna e a realizzare così la nostra vera identità di Suoi eterni servitori. (Foto di Yamaraja dasa)

  

Ho dieci anni e sono davanti alla lavagna di una scuola elementare in un’isola del Puget Sound, che fa parte dello Stato di Washington. Sono l’unica bambina ebrea della scuola; la maggior parte degli altri bambini non sa neanche che cosa significa. C’è la lezione di geografia e studiamo Israele. Io ne sono orgogliosa, perché Israele è una nazione ebraica. L’insegnante mi chiede se conosco la lingua ebraica. Io mento e dico di sì. Poi mi chiede se so scrivere l’alfabeto. Mento di nuovo dicendo di sì. 

Allora mi porge un pezzo di gesso e mi dice di andare alla lavagna a scrivere l’alfabeto e a pronunciare le lettere. Il mio corpo è in preda al panico. Prometto a Dio che non mentirò mai più. Prendo il gesso dalla sua mano, vado nella parte della stanza di fronte a me e fisso la lavagna. Sudo e ho male allo stomaco. Non so neppure quante lettere ci siano nell’alfabeto ebraico. “Va bene,” dico a me stessa. “Nessuno conosce l’ebraico. Non capiranno che me lo sto inventando.” 

Incomincio a inventarmi dei piccoli caratteri come quelli che ho visto nel libro delle preghiere. So che si leggono da destra a sinistra, perciò ne informo la classe e sento una certa fiducia. Invento dei suoni che si associano alle lettere mentre il sudore mi cola giù dalle braccia. Finisco e l’insegnante e gli scolari applaudono. Mi sento sollevata, raggiungo il mio posto e nuovamente prometto a Dio: “Non mentirò mai più.” 

Leggi tutto...
 
Malintesi estremisti sulla Bhagavad-Gita
Articoli vari
sabato 09 febbraio 2013

 

Malintesi estremisti sulla Bhagavad-Gita

 

Malintesi estremisti sulla Bhagavd-gita

 

di Caitanya Carana Dasa

 

Durante il fallito tentativo in Russia di mettere al bando la Gita come un libro estremista, su Google e anche sui media apparve ripetutamente una domanda: ” La Gita è un libro estremista?” Ricordando le molte voci che si opposero alla classificazione di “estremista”, ho scoperto che la maggior parte di coloro che difesero la Gita, anche se con buone intenzioni, facevano appello soltanto al rispetto per i sentimenti culturali e religiosi e per la libertà di parola. I loro argomenti mancavano di un approfondimento intellettuale nei confronti della Gita stessa. 

Di conseguenza mi sentii spinto a preparare un articolo che presentasse l’interpretazione tradizionale e devozionale dellaGita e fosse sensibile agli interessi intellettuali contemporanei. Sentivo che questo articolo non si sarebbe occupato soltanto delle attuali accuse di estremismo rivolte alla Gita, ma avrebbe servito lo scopo più duraturo e universale di offrire una visione della profondità della sua saggezza. Dunque procediamo. 


Un Messaggio d’Amore 

La Bhagavad-gita, lungi dall’essere un libro estremista, è un testo di saggezza e un messaggio d’amore. Rivela l’amore di Dio per l’umanità; solo la nostra estrema distanza dall’amore divino ci fa pensare che la Gita sia una letteratura estremista. Comprendiamo innanzitutto l’essenziale messaggio d’amore della Gita e poi analizziamo alcuni dei suoi aspetti che possono sembrare contraddire il suo messaggio e possono, se estrapolati totalmente dal contesto e male interpretati, essere considerati come estremisti. Krishna inizia il Suo messaggio d’amore istruendo Arjuna: tutti noi siamo anime, esseri spirituali (2.13), e abbiamo il diritto di gioire di un amore eterno con Krishna, il Dio supremamente amabile e amorevole. 

Tutti noi cerchiamo l’amore perduto, ma lo facciamo su un piano materiale intrinsecamente temporaneo. La saggezza filosofica contenuta nella Gita sulla nostra eterna identità spirituale crea una base durevole su cui possiamo costruire un edificio d’amore che gli attacchi del tempo non saranno mai capaci di demolire. Nella Gita Krishna offre una concisa visione dei vari percorsi di progresso spirituale: karma-yoga (il percorso dell’azione compiuta con distacco), jnana-yoga (il percorso dell’analisi), dhyana-yoga (il percorso della meditazione) e bhakti-yoga (il percorso dell’amore). 

Nello stesso tempo in tutta la Gita Egli sottolinea, indica, afferma, asserisce e proclama che il percorso dell’amore è il migliore (2.61, 3.30, 4.3, 5.29, 6.30. 7.1, 8.14, 8.22, 9.26-27, 10.9-12, 11.53-54, 12.6-7, 13.18, 14.26, 15.19, 17.26-27, 18.64-66). Nel corso della Gita le indicazioni diventano sempre più esplicite; il segreto viene sempre più rivelato, fino al culmine dell’emozione alla sua fine (18.64-66), quando Krishna svela il Suo cuore con una disarmante proclamazione di amore e un’amichevole richiesta di amore. Perciò la Gita è sostanzialmente una rivelazione dell’amore di Dio per l’umanità ed anche una richiesta d’amore affinché l’umanità reciprochi il Suo amore. 

Leggi tutto...
 
Una rinascita dell'arte di Krishna
Articoli vari
sabato 09 febbraio 2013

   

Una rinascita dell'arte di Krishna

 

rinascita

 

Intervista di Svahadevi Soni con l'artista Visnu Dasa per BTG

 

Che cosa ti ha ispirato ad iniziare a dipingere per Krishna? 

Mi unii all’ISKCON nel 1970 e anche se avevo un po’ d’esperienza, la ragione per cui mi unii al Movimento non fu dipingere. Mi ponevo delle domande serie sulla vita. Perché sono qui? Perché la società è divisa in così tante fazioni religiose e politiche? Chi ha voluto le guerre per cui combattiamo? E così via. Ero coinvolto nelle proteste contro la guerra insieme ad alcuni miei amici del Reed College a Portland nell’Oregon. Il mio lavoro di artista servì per fare dei poster e degli striscioni per le dimostrazioni. Volevo fare qualcosa per contribuire a risvegliare il nostro mondo e renderlo un luogo più felice. Quando incontrai i devoti e fui iniziato da Srila Prabhupada, capii che avevo trovato la formula per la vera pace grazie alle lezioni e ai libri di Srila Prabhupada. 

Come hai iniziato a dipingere le illustrazioni dei libri di Prabhupada? 

Nel 1972 Mukunda Gosvami (allora Mukunda Dasa) capitò al tempio di Portland dove mi trovavo. Vide un quadro di Sri Caitanya dipinto da me e accennò che io potevo essere adatto ad illustrare i libri di Prabhupada a New York. Eccitato all’idea, volai a New York e fui subito impegnato ad aiutare a illustrare le serie dei libri della Caitanya-caritamrita e delloSrimad-Bhagavatam. Iniziai anche a dipingere versioni più grandi su tela delle illustrazioni popolari dell’ISKCON di allora. Queste furono inviate nei templi che venivano aperti in tutto il mondo. 

È stato un impegno pesante dover fare così tanti dipinti? 

In realtà no. Era il mio servizio per il guru. Probabilmente, poiché ero veloce a dipingere e potevo eseguire grandi quadri quasi identici a quelli originali più piccoli, qualcuno mi soprannominò “macchina fotografica umana”. Mi sentii sempre incoraggiato dalla compagnia degli altri devoti con cui collaboravo: Bharadraja Dasa, Pariksit Dasa, Jadurani Dasi, Puskara Dasa e Muralidhara Dasa.

 

Jhulan Lila
Jhulan Lila.

  

Ultimo aggiornamento ( sabato 09 febbraio 2013 )
Leggi tutto...
 
I VERSI DELL'ABBANDONO
Articoli vari
venerdý 08 febbraio 2013

I VERSI DELL'ABBANDONO

I Carama-Sloka 
Della Tradizione Sri Vaisnava

 

Grandi maestri Vaisnava hanno selezionato alcuni versi delle 
Scritture come supreme istruzioni spirituali

 

di Satyaraja Dasa

 

Come esempio del sentimento di abbandono (saranagati), Samudra, l’oceano personificato, prega Sri Ramacandra: ”O grande eroe, sebbene la mia acqua non costituisca un ostacolo tra te e Lanka, per favore, costruisci un ponte sopra l’oceano per diffondere la Tua fama trascendentale.” (Dipinto di Prasanta dasa)
Come esempio del sentimento di abbandono (saranagati), Samudra, l’oceano personificato, prega Sri Ramacandra: ”O grande eroe, sebbene la mia acqua non costituisca un ostacolo tra te e Lanka, per favore, costruisci un ponte sopra l’oceano per diffondere la Tua fama trascendentale.” (Dipinto di Prasanta dasa)

   

In quanto devoti di Krishna, studiamo la letteratura vedica con grande serietà. Col tempo alcuni versi si rivelano particolarmente significativi e ci aiutano sul percorso della trascendenza. Recentemente ho studiato i tre carama-sloka (“i versi supremi”) resi popolari da eminenti seguaci di Ramanuja (1017-1137), un importante acarya della tradizione Sri Vaisnava. Il primo di questi si trova nel Ramayana (Yuddha-khanda 18.34): “Proteggerò in ogni circostanza colui che si arrende a Me anche una sola volta (sakrid eva), dicendo, ‘io sono tuo’”. Questa è la Mia promessa.” Il contesto del verso è il seguente: quando Vibhisana, il fratello minore del demone Ravana, decide di rinnegare la sua famiglia per prendere rifugio in Sri Rama, i compagni del Signore si insospettiscono – eccetto Hanuman, che conosce il cuore di Vibhisana. 

Hanuman aveva incontrato Vibhisana alla corte di Ravana dopo aver sorvolato l’oceano fino a Lanka. Mostrandosi favorevole a Sri Rama e ai Suoi devoti, Vibhisana aveva intercesso per loro quando Ravana aveva ordinato che Hanuman venisse ucciso. Cionostante, tutti i seguaci di Rama sospettavano che la defezione di Vibhisana non fosse sincera e che con tutta probabilità agisse come spia a favore di Ravana. Rama ed Hanuman sapevano di più e Rama pronunciò il carama-sloka sopracitato affermando che avrebbe accettato e protetto chiunque venisse a Lui in un sentimento di completa arresa (saranagati), come aveva fatto Vibhisana. 

Il successivo carama-sloka proviene dal Varaha Purana (114.64-65), in cui Sri Varaha (incarnazione di Visnu come cinghiale) fa un’affermazione simile su saranagati alla Sua consorte Bhumi Devi, la Divinità che presiede la Terra: “L’intero universo è il Mio corpo. Né la nascita né la morte hanno effetto su di Me. Quando una persona offre se stessa a Me [saranagati] con ferma fede, Io sono il suo sostegno eterno, penso a lei nel momento della sua morte e corro al suo fianco anche quando non ha alcun controllo sui suoi sensi e il suo corpo sembra un tronco o una pietra. La conduco allora nella Mia suprema dimora, dove Mi servirà eternamente.” 

Questo verso mette in risalto la naturale reciprocità dell’amore: non solo il devoto ama il Signore, ma il Signore ama il Suo devoto. Il devoto si ricorda di Krishna e Krishna nella Sua gentilezza ricorda il Suo devoto portandolo nella Suprema dimora. L’ultimo carama-sloka è la famosa affermazione di Sri Krishna nella Bhagavad-gita (18.66): “Lascia ogni forma di religione e abbandonati [saranam cioé saranagati] a Me. Ti libererò da tutte le reazioni del peccato, non temere.” Il commento di Srila Prabhupada è illuminante: Il Signore ha descritto varie forme di conoscenza e di metodi religiosi, la conoscenza del Brahman Supremo, la conoscenza dell’Anima Suprema, la conoscenza dei differenti varna asrama(specialmente quello del sannyasa), la conoscenza del distacco, del controllo della mente e dei sensi, della meditazione e così via. 

Ha esposto in differenti modi differenti forme di religione. Riassumendo la Bhagavad-gita, ora il Signore chiede ad Arjuna di rifiutare tutte queste vie per abbandonarsi semplicemente a Lui, Sri Krishna. Con questo abbandono Arjuna sarà libero dalle conseguenze di tutti i suoi atti colpevoli, perché il Signore in persona gli promette di proteggerlo. Nelle parole di Krishna troviamo gli stessi elementi essenziali degli altri due carama-sloka: Egli chiede una completa arresa (saranagati), assicura la reciprocazione ed offre al Suo devoto una sensazione di protezione e di benessere. Anche Visvanatha Cakravarti Thakura e Baladeva Vidyabhusana, due acarya della Gaudiya sampradaya, la discendenza spirituale a cui appartiene il Movimento Hare Krishna, considerano questo verso (18.66) il punto più alto dell’insegnamento della Bhagavad-gita, la più elevata dottrina perché il centro è la devozione a Krishna. Spetta dunque ai devoti considerare questo concetto con maggiore concentrazione infatti è qui, che si trova l’essenza del pensiero spirituale. 

Ultimo aggiornamento ( venerdý 08 febbraio 2013 )
Leggi tutto...
 
Il vero saggio vede con visione equanime
Articoli vari
giovedý 07 febbraio 2013

 

Il vero saggio vede con visione equanime

 

Il vero saggio vede con visione equanime (Volti: © Chris Schmidt | istockphoto.com. Starburst: © Martin Fischer | dreamstime.com. Montaggio: Yamaraja Dasa)

 

Nel mondo non si realizzerà mai la vera uguaglianza se non si capirà che tutti gli esseri viventi sono anime coperte da corpi materiali diversi.

 

Adattato da un testo distribuito in un seminario su “Sri Krishna Caitanya Mahaprabhu e la Fratellanza Universale” presso la Gaudiya Mission, tenuto il 20-21 febbraio del 2012 a Calcutta in India.


Il mondo post-industriale è internazionale e multiculturale. I pensieri vengono condivisi alla velocità della luce, le comunicazioni tra individui o gruppi avvengono istantaneamente ovunque sulla superficie del globo e la tecnologia supera quelle che una volta erano considerate barriere insormontabili. Nell’ultimo secolo il colonialismo è stato respinto, le affermazioni di superiorità razziale sono state rese illegali nella maggior parte dei paesi civilizzati e il concetto che un sesso sia superiore all’altro è stato sconvolto. Oggi le nazioni condividono i commerci e le ricchezze partecipando a iniziative multinazionali in tutto il globo e anche nello spazio. 

Le differenze politiche sono ridotte e viene anticipata la visione di un mondo di nazioni unite. Qui in India le differenze di casta sono abolite, perlomeno legalmente, il comunalismo è condannato e vengono affermati i diritti democratici in ogni settore della società. Discriminazione è diventata una brutta parola e viene fatto un grande sforzo per eliminarla con le leggi. Lo slogan di oggi è unità e uguaglianza. C’è un grande desiderio di eliminare le differenze che ci dividono nella speranza di poter realizzare un’unicità dell’esistenza umana in cui pace e benessere abbondino in una comunità globale basata sul rispetto reciproco. 

Tuttavia, nonostante le nostre migliori intenzioni, il potere della legge, i dibattiti economici e l’ingegneria sociale, disparità e disaccordo continuano a sussistere. Il piano della vera uguaglianza e del vero rispetto rimane illusorio e distante, e i disagiati superano di gran lunga il numero dei pochi ricchi e previlegiati. Le differenze persistono e il senso di superiorità di uno sull’altro continua a provocare tensioni. Nei nostri tentativi di essere politicamente corretti abbiamo creato il fenomeno della discriminazione opposta. 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 136 - 150 di 995
 
   
 
Advertisement