Il cibo ha un ruolo essenziale nella cultura vaishnava, per la quale cucinare è considerato un’arte superiore. i devoti di Krishna sono rigorosamente vegetariani e la cucina tradizionale prevede una grande varietà di elaborate preparazioni a base di cereali, legumi, latte, noci e così via.

Come in molte altre culture condividere il cibo è una parte importante dell’ospitalità vaishnava, come può testimoniare chiunque abbia visitato un tempio, specialmente durante la celebrazione delle festività. Anche Srila Prabhupada, il fondatore dell’ISKCON, amava cucinare e condivideva sempre il suo notevole talento culinario con i suoi ospiti, insegnando a cucinare ai suoi discepoli alle prime armi.

Chiunque visiti un tempio ISKCON apprezzerà l’esclusività di piatti vegetariani cucinati con amore e devozione per il piacere di Sri Krishna, e potrà capire come il vegetarianismo sia imprescindibilmente uno dei principi di vita di uno spiritualista sincero.

In particolare, per i devoti di Krishna il vegetarianismo significa ahimsa (non violenza) e bhakti, servizio devozionale a Dio, Sri Krishna. Contattaci per avere consigli, ricette e informazioni!

Richiedi informazioni aggiuntive

[contact-form-7 404 "Not Found"]